La storia di Roberto Infantino: Il Barbiere di Sicilia

Oggi vorrei raccontarvi la storia di un barbiere che ad un certo punto della vita ha deciso di abbandonare tutte le certezze che si era costruito in una vita per……. non voglio anticiparvi nulla, ma vi consiglio vivamente di leggere ogni sua parola fino alla fine.
Questa è la storia di un Barbiere, un Barbiere da prendere come esempio, un barbiere che ha creduto e realizzato il suo sogno: Il Barbiere di Sicilia!

Un barbiere nato

“Fin da bambino sono sempre stato attratto da un antico mestiere, quello del Barbiere. Quando ero piccolo e andavo a tagliarmi i capelli, la mia attenzione era tutta volta alla gestualità del mio Barbiere: restavo incantato nel vedere come delle mani, in possesso di due soli strumenti, pettine e forbici, riuscissero a scolpire la testa dei clienti, fino a trasformarne l’aspetto iniziale… proprio come uno scultore fa con il suo blocco di marmo.

Spesso, pur di continuare ad ammirare tale arte, permettevo agli altri clienti di farsi servire prima di me, così potevo star lì ancora un po’ ad osservare quelle mani, a respirare gli odori dello shampoo, del sapone, il profumo del dopobarba; ad ascoltare il suono prodotto dallo spruzzino per bagnare i capelli.
Dopo la licenza media iniziai a frequentare una Scuola Superiore Professionale; ma in realtà, in cuor mio già sapevo, già avevo scelto quale sarebbe stata la strada da perseguire.
Avevo solo 14 anni quando incominciai come apprendista barbiere, proprio da quel mio barbiere che tanto mi aveva affascinato.

La gavetta in una barberia

Iniziò così la mia lunga gavetta da bottega.
I risultati non tardarono ad arrivare: il mio talento, la mia predisposizione era chiara a tutti.
In quei primi cinque anni imparai tanto, finché non decisi che era giunto il momento di puntare più in alto: mi proposi di lavorare nella Parrucchieria per uomo più nota della mia città.
Altri cinque anni di lavoro e passione crescente. Ancora una volta ottenni i risultati sperati: il mio datore di lavoro mi propose di metterci in società nel 1993. E così fu!
Ventuno anni insieme, una vita spesa, sì, per il lavoro, ma per una passione che mi ha dato la possibilità di crescere, viaggiare, conoscere nuovi posti e gente diversa.

Sono sposato, ho due bimbi, e due anni fa, nonostante una casa di proprietà, nonostante l’ attività in costante crescita, ho sentito la necessità di vivere un secondo tempo, di vivere nuovi stimoli lavorativi e non.
La scelta più difficile era staccarsi dalla propria terra e quella più coraggiosa lasciare la mia attività. Un’attività che mai è entrata in crisi nonostante il periodo particolarmente difficile che si vive in Italia.
Così, con mia moglie, docente di scuola superiore, abbiamo messo su il nostro progetto di vita, che ci avrebbe portato verso la creazione di un futuro diverso e probabilmente migliore per noi, ma soprattutto per i nostri figli. La forza l’abbiamo trovata proprio in loro.

Scegliemmo la Toscana, poiché, a mio avviso, lasciando la Sicilia, un buon compromesso nord-sud lo riscontravamo solo in quella regione.

Parrucchieria Unisex ad Arezzo

Nacque un contatto lavorativo ad Arezzo, in una nota Parrucchieria unisex.
Il titolare cercava un Barbiere d’esperienza che si prendesse cura della clientela maschile, sebbene non fosse poi così nutrita. Il riscontro è stato ottimo, la clientela è aumentata in breve tempo, grazie all’offerta di un servizio barba con panni caldi e il taglio capelli eseguito con pettine e forbici.
A Maggio 2016, dopo appena 18 mesi dal mio trasferimento, maturai un altro obiettivo, la scommessa nella scommessa: aprire la mia BARBERIA ad Arezzo.
Il mio progetto era quello di realizzare un ambiente che mi rappresentasse nello stile del mio lavoro. Doveva rappresentare il mio modo di fare il barbiere, un luogo dove l’uomo avrebbe trovato vari servizi per la cura della barba con panni caldi, tagli di capelli in stile, senza trascurare i dettagli, ma soprattutto creando un’atmosfera che coccolasse i “MASCULI“, liberi di dedicare del tempo alla cura della propria persona, come si faceva una volta.
Un luogo che avrebbe dovuto far fare un tuffo nel passato, strizzando l’occhio alla modernità. Sicché ho preso in affitto un fondo artigianale tutto da ristrutturare e ovviamente da arredare. Logicamente non ero così conosciuto e non avevo un passato come nella mia città, quindi non potevo permettermi di sbagliare.

La scelta Sen Martin

Allora, senza pensarci tanto, mi sono rivolto a Pierluigi Favia, che seguivo tramite i social, e che avevo avuto il piacere di conoscere personalmente al Cosmoprof di Bologna 2016 presso il suo stand.
Pierluigi ha capito ben presto tutta la passione e l ‘esperienza che avevo dentro e ha creduto subito in me.
Così, nonostante la distanza, grazie all’intervento dell’architetto Massimo Mastrapasqua, che con grande professionalità comunicava con il mio Architetto di Arezzo Rino Cappelletti e le mie Maestranze, il 28 agosto, in collaborazione con Sen Martin, si realizza il mio sogno:

nasce “Il Barbiere di Sicilia“.

I 3 ingredienti del barbiere di successo

Per aver successo mi sono bastati tre ingredienti:

  1. Silvia, mia moglie che ha creduto in me e nel mio mestiere;
  2. L’arte che abbiamo nelle nostre mani, nessuna tecnologia può sostituirla;
  3. Rivolgersi a veri professionisti del settore come ho fatto io : ho scelto Sen Martin.

Spero che questa mia esperienza possa aiutare colleghi, giovani e meno giovani a non rinunciare ai propri sogni poiché la consapevole caparbietà, e il credere in sè stessi e nelle proprie capacità, sono di certo la spinta che non deve mancare a chi, come me, decide di fare IL SALTO nella propria vita.”

“Fai del tuo lavoro un capolavoro”

Pierluigi Favia.

P.S. Se ti è piaciuto questo post, ti chiedo di condividerlo con i tuoi colleghi, ma sopratutto ti chiedo di scrivermi un tuo commento, una tua esperienza che vorresti condividere con me o semplicemente il tuo punto di vista su questa storia.

Vuoi realizzare la tua nuova Barberia con Sen Martin?

Scopri l’arredo della vera barberia italiana, e affidati ad un gruppo di veri esperti (me compreso!) che saranno al tuo fianco nel realizzare il tuo locale di successo.