Come aprire un Barber Shop iniziando da zero

Per anni, i saloni da barbiere sono stati considerati roba di altri tempi. In questo periodo frenetico, fatto di tagli tutti uguali e di rasature veloci prima di scappare a prendere il treno, chi ha più il tempo di andare dal barbiere? O meglio, chi ha più il tempo di farsi coccolare in barbieria come si faceva una volta? Eppure, i barbieri che considerano il proprio lavoro un’arte stanno pian piano ricomparendo.

Gli uomini di oggi hanno riscoperto la gioia di un bel taglio, di un impacco caldo che scioglie tutte le tensioni, di una rasatura profonda o di una barba curata. Ecco perché oggi tante persone decidono di aprire un barber shop, ovvero un salone da barbiere di prestigio che spesso fa anche da negozio. In questo articolo ti voglio dare qualche consiglio su come aprire un barber shop da zero, avendo in mano solo i tuoi sudati risparmi e tanti sogni. Spero di aiutarti ad evitare gli errori più gravi, per accompagnarti in un viaggio faticoso ma ricco di soddisfazioni.

Si può aprire un barbiere senza qualifica?

Non si può aprire un barbiere senza qualifica. Per aprire il tuo salone ti servono la qualifica e l’abilitazione all’esercizio autonomo, senza i quali rischi una multa e la sospensione dell’attività.

Se non le possiedi, la prima cosa che devi fare è metterti in regola.

Ci sono cinque modi per farlo.

1. Corso di formazione di 1800 ore, cui seguono 500 ore di stage.

2. Corso di formazione di 1800 ore, 1 anno di lavoro qualificato ed esame di abilitazione.

3. Tre anni di lavoro qualificato e 300 ore di corso.

4. Due anni di apprendistato, seguiti da almeno 1 anno di lavoro qualificato e da 300 ore di corso.

5. Tre anni di scuola professionale con indirizzo “operatore del benessere: acconciatore”, cui seguono 500 ore di stage.

Cosa serve per aprire un barber shop

Per aprire un barber shop hai bisogno sia di requisiti materiali sia di requisiti astratti. I primi sono quelli più immediati da comprendere: la qualifica professionale, le autorizzazioni necessarie, gli spazi, gli arredi. I secondi sono quelli più trascurati e anche quelli più importanti, che ti possono portare davvero lontano.

Sul piano pratico hai bisogno di:

  • partita iva;
  • iscrizione al Registro della Imprese;
  • comunicazione di inizio attività al Comune e permessi per esporre l’insegna;
  • apertura della posizione INPS e INAIL tua e di eventuali collaboratori;
  • una location adatta al tuo progetto, con locali a norma;
  • arredi e attrezzature;
  • software gestionali.

Se però vuoi avere davvero successo, se desideri aprire un barber shop che dia davvero valore, tutto questo non basta.

Ti serve fare un passetto in più, staccarti dalla massa dei barbieri mediocri che affollano le nostre città. In che modo?

  • Una formazione costante, per tenerti aggiornato sulle novità del settore e per offrire un servizio sempre impeccabile.
  • Un business plan, che definisca come vuoi portare avanti la tua attività e dove intendi arrivare nei prossimi anni.
  • Un brand forte, ovvero un’immagine e una voce che ti facciano spiccare in un mare di saloni tutti uguali.

Solo così le persone si ricorderanno di te, si affezioneranno e diventeranno clienti affezionati.

Perché non dovresti mai risparmiare sugli arredi

I saloni classici, quelli che non hanno fatto quel passetto in più, si riconoscono perché sono indistinguibili l’uno dall’altro. Di solito gli arredi arrivano da negozi di mobili generici, che li realizzano in stock. Essendo tutte uguali, è inoltre difficile che le soluzioni di questo tipo soddisfino le esigenze di locali non standard, molto lunghi o molto piccoli o molto grandi.

Il mio consiglio è di evitare gli arredi prodotti in stock e di scegliere degli arredi personalizzati. Benché questo comporti una spesa iniziale maggiore, ti permetterà di dare fin da subito un’impronta originale al tuo locale. In questo modo aprirai un barber shop che si distingua dalla concorrenza, aiutandoti ad acquisire nuovi clienti.

Stai attento, però: gli arredi dovrebbero essere prodotti da realtà che conoscano le esigenze specifiche di un barbiere.

Qual è il miglior percorso da far seguire ai tuoi ospiti?

Come devono essere disposti i mobili, affinché l’esperienza sia confortevole per loro e anche per te?

Sono tutte domande senza risposta per l’arredatore medio, abituato a progettare salotti e camere da letto.

Infine, scegli sempre arredi di alta qualità e che durino a lungo. Cosa penseresti di un barber shop con le poltrone usurate, magari addirittura bucate? Non è una bella immagine da dare, specie a chi sta cercando un posto nel quale concedersi una coccola.

Non solo barba e capelli

Il barber shop si distingue dal barbiere di una volta soprattutto grazie al piccolo negozio integrato, presente nella larga maggioranza dei locali Può essere composto solo da uno scaffale o da un’intera ala del locale, a seconda di quanto spazio hai a disposizione. L’importante è che ci sia e che abbia la giusta visibilità nel complesso, senza però ostacolare le altre attività.

L’area shop ti consente di accompagnare i tuoi ospiti a casa, in un certo senso. Quando hai delle competenze solide, infatti, dare dei consigli su cosa fare una volta a casa è un’ovvia conseguenza. Consigli che saranno accompagnati dall’acquisto di prodotti ad hoc, che soddisfino le esigenze specifiche di quel particolare cliente.

Per il cliente, il negozio integrato è quindi un’ulteriore occasione per coccolarsi. Per te, invece, è un modo per offrire un’esperienza complessiva migliore e anche per aumentare i guadagni.

Stai pensando di aprire una nuova Barberia Prestigiosa?

Desideri ricevere una consulenza gratuita per studiare un progetto disegnato in ESCLUSIVA per te?
Desideri ricevere un preventivo personalizzato?

Chiama il numero qui sotto e prenota ora la tua consulenza!